Questa ondata nel Pacifico nord-occidentale è una delle rotture più pericolose al mondo


https://www.youtube.com/watch?v=IGxjklAznLc

OUT OF OPEN OCEAN è un cortometraggio che mostra il surfista Jeremy Rasmussen e la sua esperienza nel surfare una delle onde più pericolose del mondo. Con sede nel nord-ovest del Pacifico, Jeremy fa surf su questa particolare lastra al largo della costa dell'Oregon da anni. L'onda esce dall'oceano profondo e si rompe pesantemente sulla barriera corallina. Richiede decolli precisi e calcolati per stare lontano dai pericoli. Alcuni dei migliori surfisti del mondo hanno provato a surfare l'onda e hanno gettato la spugna dopo un tentativo a causa del pericolo intrinseco. Il regista Phil Schlieder cattura Jeremy in azione e rivela i suoi pensieri sul surf su una delle onde più pericolose del mondo.


L'Armero d'America?

Per rendere il caso, Krippner indica il vulcano Nevado del Ruiz in Colombia, che ha subito una famigerata eruzione nel novembre 1985. In quell'evento, né lava né flussi piroclastici di gas caldo e cenere erano gli elementi killer. Invece, il parossismo ha sciolto rapidamente i ghiacciai sommitali del vulcano e le fresche acque alluvionali hanno rapidamente trascinato e mobilitato i sedimenti sciolti sui fianchi del vulcano.

Questa attività ha dato il via a una serie di lahar: fanghi viscosi e violenti che si sono precipitati verso la città di Armero a circa 30 miglia all'ora mentre i suoi abitanti dormivano. La città ei suoi abitanti furono soffocati in pochi istanti. L'eruzione è ora nota come uno dei peggiori disastri vulcanici della storia umana, uccidendo circa 23.000 persone.

Questo pericolo vulcanico è la ragione per cui una futura eruzione a Rainier potrebbe rivelarsi così mortale. Lo United States Geological Survey (USGS) ha mappato e studiato attentamente il colosso addormentato ed è chiaro che le valli sulle sue pendici sono perfette per la formazione di lahar, con diversi sobborghi della metropoli Seattle-Tacoma che si trovano proprio sul percorso del disastro.

“Lahars può sollevare case. Possono superare un ponte. Possono prendere il ponte con esso ", dice Krippner. In passato, i lahar delle eruzioni hanno riempito valli fino ad altezze di quasi 150 metri lungo i fianchi viridiani di Ranieri.

"Immagina di trovarti in quella valle oggi", dice Krippner. "Riesci a salire 150 metri [490 piedi] particolarmente velocemente?"

"Penso che sia uno dei vulcani più pericolosi del Nord America", afferma Carolyn Driedger, idrologa e coordinatrice di sensibilizzazione presso l'USGS Cascades Volcano Observatory e uno dei massimi esperti mondiali di Rainier. Oltre ai profondi danni economici che un'eruzione causerebbe agli insediamenti e ai porti della regione, cita il gran numero di persone che vivono nelle valli che sono state inondate dai lahar del passato.

Almeno 80.000 persone siedono in zone che i futuri lahar saranno certamente in grado di raggiungere. Se i residenti non sono preparati, un'eruzione a Rainier potrebbe rivelarsi la vera tragedia americana di Armero.


Il mega terremoto di Cascadia è in ritardo e potrebbe colpire la costa occidentale degli Stati Uniti in qualsiasi momento, creando enormi onde di tsunami alte 30 metri in pochi secondi - Preparati per questo evento apocalittico

Il direttore della FEMA nord-occidentale Kenneth Murphy ha affermato che questo disastro naturale lungo la zona di subduzione di Cascadia, un'importante linea di faglia che va dalla California settentrionale alla Columbia Britannica, è destinato a uccidere circa 13.000 persone e ferirne altre 2.500. Ciò ha spinto il Cascadia Preparedness Team a elaborare piani urgenti per prepararsi allo scenario apocalittico.

Il terremoto di Cascadia è in ritardo. È ora il momento di prepararsi per il Big One. Foto tramite Getty Images

Lo ha detto Yumei Wang, dell'Oregon Geology and Mineral Industries il grande terremoto è in ritardo di oltre 50 anni.

Ora, lo stato sta promuovendo una campagna di preparazione di due settimane affinché le persone si preparino ad essere autosufficienti per le 2 settimane. Steve Robinson, il presidente di Cascadia Prepared, ha dichiarato: "Le persone non capiscono davvero che ci sarà migliaia di guasti ai ponti e non ci saranno combustibili liquidi, elettricità o comunicazioni in corso. L'acqua corrente potrebbe interrompersi e potrebbero essere necessari diversi giorni prima che i soccorritori inizino ad aiutare con i soccorsi e le evacuazioni.

La ricerca ha dimostrato che questa linea di faglia si è generata un forte terremoto (oltre magnitudo 7.5) almeno 40 volte negli ultimi 10.000 anni, il che significa che si verificano ogni 250 anni. L'ultimo terremoto, che ha colpito 300 anni fa, ha abbassato la costa dell'Oregon di diversi metri e ha causato un enorme tsunami. È quindi in ritardo da più di 50 anni!

Il governatore dell'Oregon Kate Brown ha dichiarato: "Quando il prossimo terremoto della zona di subduzione della Cascadia colpirà il Pacifico nord-occidentale, l'Oregon dovrà affrontare la più grande sfida della nostra vita.

Il "Big One" - la rottura completa della zona di subduzione della Cascadia - avrebbe devastato gli Stati Uniti per anni.

Si dice che il mega-terremoto avvenga per la prima volta dall'intera zona che cede, non solo da una parte.

Si prevede che il terremoto durerà solo quattro minuti con una magnitudo fino a 9,2. Quando ciò accadrà, il confine nord-occidentale del nostro continente cadrà fino a sei piedi e rimbalzerà da trenta a cento piedi a ovest.

Non solo questo causerà frane, ma alcune di queste accadrà sotto l'oceano, il che provocherà un enorme spostamento d'acqua. L'acqua salirà in una massiccia collina e avrà un lato diretto verso il Giappone, mentre l'altro muro liquido alto 70 piedi andrà verso la nostra costa nord-occidentale, con una media di quindici minuti dall'inizio del terremoto.

Il sulla costa nord-occidentale dell'America è passato 70 anni a causa di un grave evento sismico. Questo è un vero modello generato dal computer di come sarebbe effettivamente uno tsunami dopo un forte terremoto lungo la zona di subduzione di Cascadia:

I terremoti rappresentano una sfida importante con oltre 143 milioni di americani che vivono in aree a rischio sismico significativo in 39 stati.

Il direttore della FEMA per il nord-ovest Kenneth Murphy ha detto che tutto a ovest della I-5 sarà "brindisi". L'area sarà completamente irriconoscibile dopo che tutto si sarà abbassato.

La FEMA prevede che circa un milione di persone saranno sfollate dopo l'evento e circa due milioni e mezzo di persone avranno bisogno di rifornimenti di cibo e acqua.

Stimano che ci vorranno tre mesi prima che l'area riacquisti l'elettricità, altri sei mesi per riparare le principali autostrade e persino fino a un anno per ripristinare le reti fognarie.

Preparati e preparati per la prossima rottura della zona di subduzione della Cascadia! Lo farà diventare il peggior disastro nella storia d'America.

Seguici su Facebook e Twitter.

ARTICOLI CORRELATI PIÙ DALL'AUTORE

L'Oregon lancia l'allarme pubblico per i terremoti ShakeAlert® l'11 marzo 2021

Lo stato di allerta di Pinatubo è passato da normale a Livello 1 dopo che migliaia di terremoti hanno invaso il vulcano - La prima volta dal 1996!

Insoliti terremoti vulcanici registrati nello Utah mostrano che il campo vulcanico del Black Rock Desert è ancora vivo e vegeto

Perché il CDC ha appena pubblicato una guida alla preparazione all'apocalisse zombi?

Boom Boom boom! 3 potenti terremoti M7.3, M7.4 e M6.1 hanno colpito la Nuova Zelanda e Vanuatu entro 4 ore

Gli scienziati hanno scoperto una nuova linea di faglia attiva capace di un terremoto M6.9 in California ... E corre appena sotto San Diego (video)

25 COMMENTI

L'autore di questo articolo può fornirci qualsiasi collegamento esterno a Kenneth Murphy che lo dice in un articolo ufficiale della FEMA o almeno un collegamento a un video o sito Web in cui Kenneth Murphy lo sta effettivamente dicendo. Lo chiedo perché sto cercando di avvertire le persone ma non riesco a trovare NESSUN altro link online in cui Kenneth Murphy lo dice e nemmeno io posso.

La ridondanza degli annunci che promuovono gli appuntamenti asiatici su questo sito sono sufficienti per rendere disgraziato chiunque. E io fottutamente disgraziato !!

Terremoto del Venerdì Santo….
Città in cui sono nato ad Anchorage, in Alaska….
27 marzo 1964….
PROVA per i troll di cui sopra che non hanno la più pallida idea di cosa stiano parlando….
L'albero è DISTRUTTO a più di 100 PIEDI sul livello del mare da WAIT FOR IT….
TSUNAMI… ..
sì, è vero TSUNAMI….
OLTRE 100 ONDE DEL PIEDE …….
https://www.theatlantic.com/photo/2014/05/1964-alaskas-good-friday-earthquake/100746/
Essendo che io dall'Alaska c'è ancora UN ALTRO fenominon che è stato screditato dallo scienziato idiota per CENTINAIA di anni chiamato "ROGUE WAVES" ... ..Crab Fisherman dall'Alaska e MOLTI ALTRI capitani di mare hanno riferito per CENTINAIA di anni di vedere 100 piedi PIÙ ROGUE WAVES, che lo scienziato ha affermato era IMPOSSIBILE .... Questo fino a quando non è stato catturato SULLA FOTOCAMERA ... Così per i UNINFORMED e tutti gli altri commenti dei troll

cosa ANCORA quando sei AVVISATO di ciò che sta arrivando nel nostro PROSSIMO FUTURO….
Quando i terremoti da 9 a 10 punti colpiscono la costa occidentale, è ALTAMENTE probabile che vedrai uno tsunami MOLTO MAGGIORE di 700 piedi ... Se sei in grado di leggere, prova a fare i compiti e cerca un po '... Scoprirai che lo scienziato ha avvertiamo sin dalla fine del 1700 che le onde dell'EVENTO che stiamo vedendo i segnali di avvertimento ESATTI di RIGHT NOW saranno probabilmente 3200 METRI di altezza ... SÌ CHE È GIUSTO ... .2 FREAKING MILE HIGH WAVES…. MODO MODO MODO sopra l'ipotesi di cui sopra di soli 700 piedi ... Questi avvertimenti sono INCLUSI nelle chiese costruite in FREEMASON di New York ... GUARDA te stesso ... .. Ci sono quelli con gli occhi che vedono, e poi ci sono tutti gli altri .... nella BIBBIA, dove Dio ha SEMPRE inviato la SUA sentinella per avvertire le persone, e le persone IGNORANO gli avvertimenti perché tutti conoscono meglio ... La BIBBIA è il libro STORICAMENTE più accurato in TUTTO il mondo, e tutto ciò che bisogna fare è un un po 'di ricerca per vedere questo ... Ma è stato nascosto alle masse, e anche le masse hanno mentito ... Sta arrivando ... I segnali di avvertimento non potrebbero essere più chiari ..... LUI sta dando un'ultima opportunità per tutta l'umanità… .Ma stai tranquillo… Non importa se… .Solo quando… ..e il tempo sta per scadere …….

Le persone che studiano e non leggono nulla rivelano incongruenze ... Le persone pensano che il posto infinitamente piccolo in cui vivono sia l'ESEMPIO che il mondo intero sta sperimentando simultaneamente ... Le persone sono in gran parte poco intelligenti, disinformate e hanno accettato al 100% le bugie in cui sono state indottrinate mentre frequentavano un scuola pubblica finanziata interamente da un gruppo elitario despota monetario di élite della linea di sangue che gestiscono questo mondo ... Non vedi nulla perché sei cieco alla verità .... Senti cosa ti fa sentire al sicuro ea tuo agio, mentre la verità è in continua crescita e bastano solo 10 minuti di semplice lettura e ricerca per scoprire una realtà oltre la pallida lana scura che è stata tirata con successo sugli occhi delle masse ... Una micro-nova solare è diretta verso di noi, e meno dell'1% della popolazione sarà mai vederlo arrivare ... La Bibbia è il libro più accurato mai scritto, e le persone non possono vedere né capire che le prove di ogni singolo libro al suo interno sono ampiamente disponibili e gratuite ... Come Amos ha detto al Regno del Nord proprio prima che anche loro fossero DISTRUTTI, per tutto il tempo le persone, proprio come in questa sezione dei commenti, vomitavano odio per coloro che denunciavano ciò che stava per accadere e cercavano di dire la verità ... Amos ha detto questa semplice frase ... PREPARATI A INCONTRARE IL TUO DIO … ..

Molta verità in questo. Hai letto IL VIAGGIO FINALE AL CENTRO DELLA TERRA? Riflette ciò che la Bibbia e altri riportano da centinaia di anni. https://www.amazon.com/Final-Journey-Center-Earth/dp/1790116937/

STOP a questa isteria. Forse dovresti fare qualche ricerca sugli tsunami dai terremoti risultanti, non su quella valanga nel Canada occidentale in una baia tipo fiordo. Avrai solo un'onda di "30 metri" quando sarai in prossimità del centro epico, come se una meteora colpisse l'oceano entro un miglio o due dalla riva.

L'energia dello tsunami viaggia a centinaia di miglia all'ora e difficilmente fa un'onda nell'oceano aperto. Il massimo che riceveranno sulla riva è un'onda che non supererà i 30 piedi al massimo, ma arriverà in onde una dopo l'altra che finiranno con le inondazioni costiere, ma non la distruzione della costa occidentale dell'America .

700 piedi d'onda? Uh no.
L'ultimo terremoto di Cascadia che si è verificato nel 1700 ha scatenato un'onda alta circa 60 piedi. 60 piedi è già abbastanza orribile, non c'è bisogno di temere che sarà devastante per quelli di noi che vivono nella costa di Washington.
Questo non è molto diverso dal video porno della paura che Fox News ha fatto alcuni anni fa affermando che Washington occidentale sarebbe stata spazzata via - se ricordi che mostrava tutto a ovest delle Cascate sott'acqua, comprese le Olimpiadi di Mtns e tutte le colline Washington costiera. La maggior parte della costa di Washington è ricoperta da colline che arrivano a centinaia di piedi di altezza, nessuna onda le coprirà presto.


Quakenami! Perché il Pacifico nord-occidentale è condannato

Peccato che la povera Cassandra, benedetta da Apollo con il potere della profezia, maledetta dal destino dell'incredulità. Dice alla gente cosa sta arrivando. Soffre le loro risate, assorbe il loro disprezzo. Poi guarda la sua previsione che si avvera. Sì, ci hai detto così diranno mentre seppelliscono i morti. Congratulazioni, idiota.

The Big-Shake, Big-Wave Theory

Guarda come sarebbe scoppiato un mega-terremoto nel Pacifico nord-occidentale

Corcoran, geografo dell'Oregon Sea Grant

Corcoran, geografo dell'Oregon Sea Grant

Seaside, Oregon

Patrick Corcoran sente il suo dolore. È il suo lavoro. Ogni giorno, si alza all'alba e va nel mondo per dire alle persone di prepararsi ad affrontare il loro destino. O meglio, prepararsi a scappare.

Corcoran è un geografo professionista ad Astoria, Oregon, un porto peschereccio nebbioso dove il fiume Columbia incontra l'Oceano Pacifico. È un ragazzo energico, 50 anni, con un piccolo Billy Bob Thornton nel suo aspetto. Ama il suo lavoro e adora il suo caffè. Va in giro con la sua Toyota Tacoma tutto il giorno con un paddleboard Takayama lungo 11,5 piedi fissato al portapacchi. È uno specialista in pericoli naturali costieri presso l'Oregon Sea Grant, una versione marina di un servizio di estensione agricola affiliato con la Oregon State University. Corcoran profetizza terremoti e tsunami cinque giorni alla settimana.

“Mi spezza il cuore uscire e dire alla gente: 'Ehi, sai quel posto in cui sono immigrati i tuoi nonni, il posto che chiami casa, quel cottage sul mare? Bene, risulta essere una zona disastrata ad alto rischio. Si. Riceviamo un forte terremoto ogni 300 o 500 anni qui intorno, e dobbiamo farlo. Sono super cattivi. Quando arriva, è un mostro. Un nove full-rip. '"

Con "full-rip nine" Corcoran significa un terremoto di magnitudo 9.0, il tipo di terremoto in mare aperto che ha innescato lo tsunami che ha ucciso 28.050 persone in Giappone l'11 marzo 2011. I geologi li chiamano megaquake. I geologi definiscono anche la costa nord-occidentale del Nord America, dall'isola di Vancouver fino alla California settentrionale, una delle prossime vittime più probabili.

"Quando quel terremoto colpirà, tremerà per molto tempo", dice Corcoran. “Da tre a cinque minuti o più. Ti sentirai fortunato a sopravvivere. Allora indovina cosa. Sei uscito dal terremoto? Congratulazioni. Ora hai 15 minuti per superare i 50 piedi di elevazione. Quindici minuti. Sei anziano e poco mobile? Scusate. La tua condizione non cambia i fatti geologici. Si chiama tsunami. L'acqua sta arrivando. Non può essere fermato. Non chiedere a Gesù di salvarti. Sii il tuo Gesù. "

Questa è la profezia che Corcoran offre ai gruppi scolastici, ai Rotary club, ai consigli comunali e ai primi soccorritori su e giù per la costa dell'Oregon. A Newport, Coos Bay, Seaside, Cannon Beach, Gearhart, Waldport e Bandon, la gente ha sentito il suo rap. E come rispondono?

"Le persone sono come" - si ficca le dita nelle orecchie -"Na-na-na-na-na-na-na! Non ti sento! " Alza le spalle. "È la natura umana. Alla gente non piace ricevere cattive notizie ".

Le persone si preparano. La cattiva notizia sta arrivando.

La pelle del pianeta è un puzzle di placche tettoniche, spesse 80 chilometri. Ogni pezzo è sottoposto a una pressione costante per spostarsi, sviluppando una tensione elastica fino a quando la pressione non supera la forza di attrito mantenendolo bloccato contro il suo vicino. La piastra si libera e scatta in una nuova posizione. La violenza di questo movimento invia vibrazioni attraverso la crosta terrestre. È nato un terremoto.

Ogni anno nel mondo si verificano decine di migliaia di terremoti. La maggior parte è troppo piccola per essere percepita. Quelli più grandi, da 6,0 a 8,0 della scala Richter di magnitudo 1, escono quasi ogni mese, ma ne prendiamo atto solo quando colpiscono obiettivi popolati come città e scuole. Il terremoto che ha raso al suolo Haiti lo scorso anno è stato di 7.0. Il terremoto del 2008 che ha fatto crollare così tanti edifici scolastici nella Cina centrale è stato di 7,9.

I terremoti, al contrario, sono estremamente rari. Prima del 2004, gli scienziati non avevano visto uno di questi mostri da 8,5 a 9,5 dal terremoto di magnitudo 9,2 che colpì l'Alaska il Venerdì Santo del 1964, il secondo più grande mai registrato. Sono passati quarant'anni senza un altro.

Poi è arrivata Sumatra. La mattina presto del 26 dicembre 2004, un terremoto di 9.1 ha colpito la costa settentrionale dell'isola, creando uno tsunami che ha ucciso 227.898 persone nel sud-est asiatico. È stato il primo mega-terremoto in 40 anni, ma ciò che ha attirato l'attenzione del mondo è stato lo tsunami, in gran parte perché è stato il primo nell'era del video digitale.

Un secondo mega-terremoto ha colpito il 27 febbraio 2010, quando una sezione di 310 miglia della placca del Pacifico si è rotta al largo delle coste del Cile. L'evento ha provocato un terremoto di 8.8 e ha generato uno tsunami che ha provocato 521 morti.

Poi, quest'anno, un terzo mega-terremoto si è abbattuto al largo della costa del Giappone, che vanta la costa più indurita dallo tsunami del mondo. Le città lungo il confine pacifico della nazione avevano eretto massicci muri protettivi costruiti per resistere agli tsunami generati dai più grandi terremoti che il Giappone avesse mai sperimentato, tutti nell'intervallo da 8,2 a 8,4. Il terremoto dell'11 marzo è stato di 9,0, tuttavia, e nemmeno la diga più grande del mondo, la barriera di 1,2 miglia e 1,5 miliardi di dollari fuori dalla città di Kamaishi, è riuscita a trattenere l'acqua.

Un cartello nella città costiera di Seaside, Oregon, visto il 19 marzo 2011, mostra ai residenti le direzioni per un terreno più elevato in caso di tsunami. (Foto: AFP / Getty Images)

Note a piè di pagina
1. La scala di magnitudo Richter, sviluppata dal geologo americano Charles Richter nel 1935, deve essere sicuramente una delle unità di misura più confuse nell'uso comune.È una scala logaritmica, il che significa che le onde sismiche emesse da un terremoto di 7.0 sono 10 volte più grandi di quelle di un terremoto di 6.0. Ma la crosta terrestre può solo tremare così forte. Una volta superato un 6.0, la maggiore energia del terremoto viene espressa in tempi di agitazione più lunghi. Quindi il terremoto di 6,9 Loma Prieta, quello che ha interrotto le World Series del 1989 a San Francisco, è durato 15 secondi. Il grande terremoto di San Francisco del 1906, stimato tra magnitudo 7,7 e 8,3, durò più di 45 secondi.

Coincidenza? O un cluster significativo? Alcuni geologi, tra cui Tom Parsons, geofisico US Geological Survey (USGS) presso il Pacific Coastal and Marine Sciences Center di Menlo Park, in California, affermano che è stato un caso. "Sulla base delle prove che abbiamo visto", dice, "non pensiamo che i grandi ammassi di terremoti globali siano qualcosa di più che una coincidenza". Parsons e il suo collega, il sismologo Aaron Velasco dell'Università del Texas a El Paso, hanno studiato 30 anni di terremoti maggiori (7.0 e superiori) per vedere se hanno innescato successivi terremoti 5.0 o più. Non ne hanno trovati.

Lo studio di Parsons non ha risolto la questione. Anzi, tutt'altro. "Non c'è dubbio: siamo nel mezzo di un ammasso globale di mega-terremoti", afferma Chris Goldfinger, direttore dell'Active Tectonics and Seafloor Mapping Lab presso la Oregon State University. "Lo hanno notato tutti. Ci sono sismologi che dicono che non è statisticamente significativo. Ma sta succedendo. Il motivo per cui è minimizzato è che nessuno ha capito un meccanismo, come e perché stanno accadendo ora. "

Goldfinger non è uno scienziato marginale e ciò che è particolarmente preoccupante è che questo tipo di raggruppamento è stato visto prima. Sei dei 16 più grandi terremoti registrati al mondo si sono verificati tra il 1952 e il 1964. Più preoccupante, tutti e sei i mega-terremoti a grappolo del '52 -'64 si sono verificati attorno al famigerato Anello di fuoco, l'arco punteggiato di vulcano che traccia il bordo della placca del Pacifico . Dei restanti dieci maggiori terremoti, cinque si sono verificati dal 2004. Tutti e cinque si trovavano lungo l'Anello di Fuoco.

"Luoghi che in precedenza erano considerati sicuri, beh, ora vengono riconsiderati", afferma Goldfinger.

Il Pacifico nord-occidentale è in cima a quella lista.

Il problema è la zona di subduzione di Cascadia, o CSZ. Questa è un'enorme faglia parallela alla costa occidentale per circa 740 miglia, dalla penisola di Brooks sull'isola di Vancouver a Cape Mendocino nella California settentrionale. Si trova a circa 50 miglia dalla costa, segnando la linea in cui la placca nordamericana incontra la placca Juan de Fuca. La CSZ termina dove inizia la faglia di San Andreas, a circa 100 miglia a nord di San Francisco.

Il San Andreas che conosci. È una faglia di trasformazione, caratterizzata da un movimento laterale, dove la placca del Pacifico macina a nord oltre la placca nordamericana. La sezione strisciante del San Andreas, a sud della Bay Area, perde il suo ceppo accumulato in frequenti piccoli terremoti, come una foresta che brucia così spesso che non ha mai la possibilità di accumulare carburante. Le estremità settentrionale e meridionale della faglia non si muovono, il che porta i geologi a credere che alla fine vacilleranno, provocando un terremoto di dimensioni pari a 8.1.

2. "Il più grande registrato" significa, in sostanza, risalente al 1880, quando la moderna tecnologia dei sismografi iniziò a registrare le vibrazioni dei terremoti.

La CSZ è una bestia diversa. Nel nord-ovest, i piatti non si limitano a sfregare l'uno sull'altro. La placca più pesante di Juan de Fuca si tuffa sotto (sottomette) la placca più leggera del Nord America ad una velocità di 1,6 pollici all'anno. Quindi, una zona di subduzione. Le faglie di trasformazione come quella di San Andreas sono in grado di scatenare terremoti importanti, fino a 8.1, ma non mega-terremoti. Regola empirica: più lunga è la rottura della faglia, più grande è il terremoto. Solo le zone di subduzione hanno la lunghezza necessaria per generare i mammut 9.0.

La CSZ è particolarmente ingannevole perché è stata inattiva per tutta la storia registrata. 3 "Sismicamente silenzioso come il Kansas", afferma Robert Yeats, l'eminenza grigia della sismologia della West Coast e autore di Vivere con i terremoti nel Pacifico nord-occidentale: una guida per i sopravvissuti. "O almeno così pensavamo."

Negli anni '70 e '80, Yeats e altri attribuivano la quiescenza della CSZ a una sorta di iper-lubrificazione. La zona di subduzione deve essere così scivolosa, pensavano, che la placca Juan de Fuca scivola sotto la placca nordamericana come su un letto di grasso per assali.

Poi, nel 1979, John Adams, un geologo neozelandese che lavora in Canada, notò qualcosa di divertente. Analizzando i dati del National Geodetic Survey, il corpo di rilevamento americano, Adams ha scoperto che le autostrade lungo la costa di Washington e Oregon guadagnavano da uno a due millimetri di elevazione all'anno. Le sue scoperte contenevano tutto il minaccioso presagio di una battuta di un film catastrofico di Tommy Lee Jones: Ehm, ragazzi, perché tutte le strade stanno salendo?

Altre prove hanno aggravato la preoccupazione. Nel 1986, Brian Atwater, un ricercatore dell'USGS, stava andando in canoa lungo la riva di Willapa Bay, a nord del confine tra Oregon e Washington, durante la bassa marea. Notò le tracce di una "foresta fantasma", vecchi ceppi di cedro semisepolti nelle paludi di marea. I ceppi hanno acceso un ricordo, in un discorso del geologo dell'USGS Tom Ovenshine anni prima, Atwater aveva sentito che i boschetti di abeti e salici nella Cook Inlet in Alaska erano caduti di cinque piedi durante il terremoto del Venerdì Santo del 1964. Potrebbe essere successa la stessa cosa qui? I test sugli anelli degli alberi da parte dei colleghi hanno confermato che la foresta di Willapa Bay morì nel 1700. Così fecero altri ceppi di estuario sepolti lungo la costa meridionale di Washington. Quella data corrispondeva ai resoconti storici di un massiccio tsunami che colpì le isole del Giappone nel gennaio 1700.

Questa prova sorprendente ha spinto i sismologi a sedersi e prendere nota. Chiaramente, la zona di subduzione della Cascadia si era rotta in un mega-terremoto nel 1700, facendo cadere la costa nord-occidentale di diversi metri di altezza e scatenando uno tsunami assassino.

Per quanto riguarda le strade in salita, beh, pensaci in questo modo. Prendi una canna da pesca e blocca la punta contro un basso muro del giardino. Ora tieni l'asta sul calcio e spingi lentamente la punta nel muro. Man mano che la tensione aumenta, l'asta si piegherà verso l'alto sotto lo sforzo. Questo, in poche parole, è ciò che sta facendo la costa nord-occidentale.

3. Il che, nel Pacifico nord-occidentale, non dice molto. Gli indiani sono qui da 10.000 anni, ma la storia scritta è arrivata solo all'inizio del XIX secolo.

"Le nuove prove significavano che la placca Juan de Fuca non scivolava facilmente sotto la placca nordamericana", afferma Yeats. "Significava che le due piastre erano completamente bloccate." La pressione cresce e cresce da 311 anni. Se sei un geologo, a questo punto quello che ti passa per la mente è, porca troia.

Ovviamente, il numero magico potrebbe essere 500 anni, o (gulp) 244. Negli ultimi dieci anni, Chris Goldfinger ha prelevato campioni dalle zone franose al largo della costa dell'Oregon. 4 Interpretando le sezioni trasversali, ha trovato un record di 19 nove full-rip negli ultimi 10.000 anni, un tasso di circa uno ogni 500 anni. Ha anche scoperto 22 terremoti CSZ da 8,0 a 8,5. Ciò significa che la CSZ ha causato 41 grandi terremoti negli ultimi 10.000 anni, o uno ogni 244 anni.

Quindi quello che abbiamo ora è una sezione di 740 miglia della zona più sismicamente attiva del mondo, l'Anello di Fuoco, che ha accumulato sollecitazioni elastiche per 311 anni. La placca nordamericana, secondo alcune stime, è ora caricata a molla per saltare più di 57 piedi a ovest e cadere da tre a sei piedi di elevazione sulla costa. Il CSZ si rompe sempre in due modi: come kielbasa (per tutta la sua lunghezza) o come una delle numerose salsicce per la colazione (un unico segmento di 200 miglia). Un collegamento per la colazione farebbe partire un 8.0, limitando i danni a una parte della costa. L'intero kielbasa sarebbe un 9.0-plus che oscilla l'intera costa nord-occidentale.

"La quantità di devastazione sarà incredibile", ha detto Rob Witter, un geologo dell'Alaska Science Center dell'USGS, all'Oregonian nel 2009. "Potrebbe non accadere nella vita di una persona, ma se lo farà, sarà equivalente a un evento simile a Katrina. "

O, come dice Goldfinger, "Se è accaduto, può succedere".

Ecco come accadrà.

Scegliamo un giorno: 22 giugno 2012. È uno splendido venerdì pomeriggio nel Pacifico nord-occidentale, 75 gradi e soleggiato. Piove da settimane ea Seattle le autostrade sono intasate di persone che scappano dalla città per godersi il raro sole. Stessa storia a Portland. Sulla costa, le località balneari brulicano di turisti. A Ocean Shores, Washington, gli adolescenti gareggiano con scooter a noleggio su e giù per la penisola di sei miglia della città. I commercianti sono felici. I motel sono quasi pieni. Giù nella vivace Seaside, Oregon, a 120 chilometri di distanza, i negozianti stanno facendo un vivace commercio di magliette, asciugamani, infradito e crema solare. Otto miglia a sud, a tony Cannon Beach, i ristoranti prenotano tavoli per le 19:00.

4. Durante un terremoto nella zona di subduzione, si verificano smottamenti sul fondo dell'oceano proprio come sulla terraferma. A differenza degli scivoli sulla terraferma, tuttavia, la cosa più probabile che può far scattare uno scivolo sul fondale marino è un terremoto. Quindi sono ottimi indicatori degli eventi della zona di subduzione.

I funzionari di ogni città sono consapevoli del rischio di mega-terremoto e tsunami della CSZ. Hanno tutti stampato mappe dei percorsi di evacuazione. A Cannon Beach, hanno persino parlato di costruire un nuovo municipio che fungesse anche da rifugio per lo tsunami. Ma nessuno ha mai avuto i soldi per costruire qualcosa, a parte l'installazione di sirene di allarme tsunami.

Non che ci saranno molti avvertimenti. Anche oggi, quando si parla di previsione dei terremoti, la Terra rimane un giocatore di poker senza dirlo. "Il meglio che possiamo fare è far sapere alle persone come si diffonderà la scossa una volta che inizierà un terremoto", afferma il geologo dell'Università di Washington John Vidale, direttore della Pacific Northwest Seismic Network con sede a Seattle. "Il sistema giapponese è il migliore al mondo. Entro 30 secondi dall'inizio del terremoto dell'11 marzo, hanno trasmesso un avvertimento che sarebbe stato almeno di magnitudo 8.0 ". Nessun sistema del genere esiste ancora negli Stati Uniti, anche se Vidale e altri team stanno lavorando su uno.

"Lascia che ti dica questo", dice Patrick Corcoran mentre passeggiamo per Broadway, la via principale di Seaside. "C'è un negozio un paio di isolati più in là che vende magliette con la scritta TSUNAMI EVACUATION PLAN: (1) GRAB BEER. (2) CORRI COME L'INFERNO ".

"E onestamente", dice, "non è una cattiva strategia".

MINUTO 0:00
Dopo 312 anni, la zona di subduzione della Cascadia non può più contenere il ceppo. Si rompe in un punto 55 miglia a ovest di Cannon Beach e si diffonde rapidamente lungo 700 miglia della sua lunghezza di 740 miglia. La placca nordamericana scivola ovunque da 45 a 57 piedi a sud-ovest, scivolando sulla placca Juan de Fuca. Non accade all'istante. Una massa così grande - ricorda, stiamo parlando di crosta profonda più di 50 miglia - richiede tempo per muoversi. Ma al suo primo affondo, il CSZ invia un'onda di pressione, o onda P, che viaggia attraverso la crosta terrestre a 13.000 miglia all'ora. Raggiunge la costa occidentale in dieci secondi. Quella prima onda P, il bordo d'attacco del terremoto, colpisce Ocean Shores, Cannon Beach e Seaside. Trenta secondi dopo raggiunge Portland, in 50 secondi colpisce Seattle. Al Seismology Lab dell'Università di Washington a Seattle, i sismometri saltano. I geologi leggono i dati e dichiarano il terremoto a 9.1. È lo strappo completo.

I primi secondi sembrano come qualsiasi altro forte terremoto: stridente. "L'onda di pressione è come un martello pneumatico, rat-tat-tat-tat-tat", Spiega Goldfinger, che si trovava fuori Tokyo, a una conferenza di geologia per discutere del terremoto di Sumatra, durante il terremoto di Sendai dell'11 marzo.

Il suono è maestoso e fantastico. Nel suo libro Un posto pericoloso, l'autore Marc Reisner ha scritto della sua esperienza a San Francisco durante il terremoto di Loma Prieta del 1989: "Quello che ricordo più vividamente è lo sfregamento, il rumore ultraterreno di grandi superfici e strutture che si sfregano insieme". Chris Goldfinger ha ricordato il suono delle foglie che sbattono sugli alberi. Nelle case giapponesi, il suono era un incessante rumore di metallo e vetro.

Negli uffici, appartamenti e condomini a molti piani di Seattle e Portland, l'incertezza si insinua in mezzo milione di teste: congelare o fuggire? Nei video girati durante il mega-terremoto giapponese, l'emozione travolgente in mostra non è il panico o la paura cruda. È ansia concentrata e calcolo strategico. Stanno cercando di capire cosa fare.

"Le persone negli edifici muoiono a causa di un terremoto in due modi", dice Corcoran. “O le frittelle che costruiscono sopra di loro, oppure corrono fuori e un gargoyle cade e li colpisce sulla testa. Devi sapere: stai costruendo un pancake o un gargoyle? "

Istinto e vecchi ricordi entrano in gioco. Molte persone si nascondono e si nascondono sotto un tavolo robusto. (In realtà non è il piano peggiore.) Altri ricordano che le loro madri dicevano loro di saltare nella vasca da bagno. (Disastro naturale sbagliato! La vasca da bagno è per i tornado.) Sulle strade, il traffico rallenta fino a fermarsi, come una scena in uno di quei film in cui gli alieni invasori distruggono il pianeta. 5 Alcuni conducenti scendono e si accovacciano accanto alle loro auto. Altri stanno in piedi e osservano. In generale, le persone rimangono calme.

Tranne, cioè, sull'Alaskan Way Viaduct di Seattle. La superstrada sopraelevata a due piani che corre lungo Elliott Bay inizia a dondolare con la prima onda P. Per più di due decenni, gli ingegneri sismici hanno avvertito che il viadotto, costruito negli anni '50, crollerà a causa di un forte terremoto. 6 I lavori su un tunnel da 3,1 miliardi di dollari per sostituirlo sono iniziati nel 2008, ma il progetto è stato ritardato a causa di dispute politiche e problemi del suolo. Ora il viadotto si trasforma in un derby di demolizione a due piani mentre la gente fa offerte disperate per raggiungere la rampa di uscita più vicina prima che la cosa ceda. Nei prossimi minuti, alcune sezioni diventeranno frittelle, mentre altre si ribalteranno completamente. I conducenti verranno schiacciati sotto tonnellate di cemento.

Duecento miglia a sud, nei negozi di gingilli di Seaside, la merce salta dagli scaffali. Al Purple Pelican, cavallucci marini di vetro, cigni e bicchieri da vino dipinti su misura cadono a terra. Pinte di birra mezzo vuote danzano fuori dal bar del Pudgy's Broiler. Sulla giostra sul mare, i padri tirano le figlie dai cavalli dipinti e saltano dal giradischi. Tutti sanno che è un terremoto. Nessuno sa ancora che è quello grande.

Nel frattempo, a 50 miglia dalla costa, il movimento della placca nordamericana sposta un enorme volume di acqua di mare. Un'onda stazionaria alta solo pochi piedi appare in superficie, quindi si divide in due. Una metà si dirige a ovest verso il Giappone a una velocità che si avvicina a 450 miglia all'ora. Raggiungerà Honshu, l'isola principale, in dieci ore. L'altra metà si dirige a est. Colpirà le coste dell'Oregon, di Washington e dell'isola di Vancouver in 20 minuti.

MINUTO 1:00
Dopo l'onda di pressione iniziale del terremoto, c'è una breve pausa. Poi arrivano le onde S. Queste onde di taglio viaggiano più lentamente dell'onda di pressione, ma durano più a lungo. Un'onda di taglio è come l'onda che scorre lungo un tubo da giardino quando la frusti. "Sono le onde S che fanno davvero il danno", afferma Goldfinger. "Sembra di essere su una barca. Tutto diventa fluido. " Le persone iniziano a sentirsi stordite. Alcuni cadono e abbracciano il terreno.

La rete sismica del Pacifico nord-occidentale lancia un allarme terremoto ai primi soccorritori, ai funzionari governativi e ai media. Gli strumenti della rete indicano che si tratta di un evento di zona di subduzione completa, non di una breve rottura di guasto. "Aspettatevi che l'agitazione continui per un massimo di cinque minuti", dice l'avviso. "Seguiranno pesanti scosse di assestamento."

5. Uno studio condotto su conducenti giapponesi durante un terremoto del 2003 ha rilevato che il 90 per cento si era fermato entro una decina di secondi dall'inizio del terremoto.
6. Il viadotto è una copia quasi carbone della famigerata struttura a cipressi della Bay Area, un tratto di un miglio della Nimitz Freeway che si è schiantato durante il terremoto di Loma Prieta, uccidendo 42 automobilisti.

A Seattle e Portland, il forte scuotimento inizia a indurre la liquefazione7, un processo in cui il terreno sabbioso su cui sono costruite parti di entrambe le città si trasforma in un liquido denso simile a un fango. Parti di Portland riposano sui sedimenti depositati dal fiume Willamette e il lungomare di Seattle si trova su piane di marea sormontate da riempimenti sciolti. In un terremoto, questo riempimento non consolidato perde la sua capacità di supportare strutture pesanti. Ampie crepe si aprono nelle strade. Alcune sezioni del lungomare di Seattle crollano. Il suolo liquefatto spinge contro la barriera marittima della città, che è stata indebolita dalle prese. 8

Sulle coste dell'Oregon e di Washington, le onde S trasformano il paesaggio in un mare ondeggiante. I turisti lottano per rimanere in piedi. Gli edifici più vecchi si spostano dalle loro fondamenta. A Seaside, il ponte del 1924 che trasporta Broadway attraverso il fiume Necanicum non può sopportare questa danza. Si attorciglia, si piega e collassa.

MINUTO 2:00
Le persone iniziano a controllare i loro orologi. Nessuno può credere che un terremoto possa durare così a lungo. Per questo possono incolpare le caratteristiche uniche della CSZ.

"Poiché ci sono così tanti sedimenti su di esso, la CSZ è molto liscia", afferma Goldfinger. “Una volta avviato, non ci sono irregolarità sulla sua superficie a fermarlo. Se non c'è motivo per fermarsi, andrà avanti finché non dissiperà tutti i 300 anni di tensione elastica ".

Il terremoto dell'11 marzo in Giappone è durato più di cinque minuti. È più lungo di quanto ci vuole per preparare una caffettiera. E questo non va bene.

"La maggior parte degli edifici moderni non sono stati progettati per resistere a tre o quattro minuti di tremolio", afferma Peter Yanev. Uno dei principali consulenti di ingegneria sismica, Yanev ha studiato più di 100 terremoti in tutto il mondo. "Quasi nessuno degli edifici di Seattle è stato progettato per un terremoto".

La maggior parte degli edifici in muratura non armata 9 a Portland e Seattle può sopravvivere a un terremoto di 45 secondi, come il terremoto di magnitudo 6,8 Nisqually che ha colpito Seattle nel 2001. Ma più a lungo vengono scossi, più deboli diventano le strutture. "La differenza tra 40 secondi e quattro minuti è come la differenza tra una collisione frontale a quattro miglia orarie contro 40", dice Yanev.

7. Informazioni sulla liquefazione: i terreni sabbiosi sono tenuti insieme dall'attrito.Ma quando si aggiunge acqua (il terreno sotto Seattle e Portland è tipicamente saturo alla fine di una piovosa primavera del Pacifico nord-occidentale) e si scuote, i legami di attrito si rompono. L'esempio più famoso si è verificato durante il terremoto di Loma Prieta, quando il terreno sotto il Marina District di San Francisco si è trasformato in un pendio.
8. Esatto, lacci: isopodi delle dimensioni di una pulce che mangiano il legno ammorbidito dall'acqua salata. Sono decenni che sgranocchiano la diga di Elliott Bay a Seattle. Ogni boccone ha quattro bocche, un sano appetito e una collaborazione simbiotica con un batterio che scompone il creosoto.
9. Questi edifici, con muri portanti in mattoni o muratura, erano tipici dei primi del '900. Tendono a crollare come la proverbiale tonnellata di mattoni. La California ha vietato la tecnica di costruzione già nel 1933 e ha richiesto alle strutture esistenti di subire l'adeguamento sismico negli anni '70. A Seattle, circa un terzo di tutti gli edifici in muratura non armata sono stati ristrutturati.

Gli edifici iniziano a tremare al segno dei due minuti. I mattoni piovono sui marciapiedi. Negli scantinati delle case, gli scaldacqua rovesciano e rompono i tubi del gas naturale. Gli incendi divampano. In alcune comunità, i vigili del fuoco non possono rispondere perché il terremoto ha deformato i telai delle porte del garage. Se riescono a uscire, è un gioco da ragazzi se avranno abbastanza pressione dell'acqua per combattere l'incendio, perché il terremoto ha rotto le linee d'acqua. 10

Sul lungomare di Seattle, il problema non è il fuoco. Al secondo minuto, i moli iniziano a crollare. Ye Olde Curiosity Shop e Ivar's Acres of Clams, due punti fissi del lungomare, crollano nella baia. Le linee elettriche attraversano il nord-ovest. Non ci sono impianti nucleari attivi nell'area, ma lungo il fiume Columbia, le linee di trasmissione ad alta tensione collegate alle dighe idroelettriche del fiume ondeggiano e precipitano nel fiume. Le reti elettriche in tutto l'Occidente subiscono un drastico calo dell'offerta.

A Portland, una città famosa per i suoi ponti, le campate iniziano a cedere. Il ponte Marquam trasporta l'Interstate 5 sul fiume Willamette. Nel 1995, gli ingegneri hanno installato ammortizzatori e cavi di ritenuta in tutta la struttura come parte di un retrofit sismico. Di conseguenza, rimane in posizione verticale. Il Fremont Bridge, che ospita l'Interstate 405, è stato costruito nel 1973. Si rovescia nella Willamette. Lungo la US Highway 101, il principale corridoio nord-sud della costa, cadono dozzine di ponti.

A Seaside e Cannon Beach, i bagnini fischiano e barcollano lungo la costa per chiamare le persone dall'acqua. Sanno cosa sta arrivando. A Ocean Shores non ci sono bagnini. La maggior parte dei turisti resta ferma.

MINUTO 3:00
Mentre le scosse continuano, la costa settentrionale del Pacifico affonda. La tensione elastica che ha causato il lento rialzo delle strade in 312 anni viene rilasciata in pochi minuti. La costa precipita ...whump—Cinque piedi in elevazione.

Ci sono più di 900 grattacieli moderni a Vancouver, Seattle e Portland. Più della metà è stata costruita prima del 1997, quando la maggior parte dei codici di progettazione urbana sono stati aggiornati per riflettere la possibilità di un mega-terremoto CSZ. Nel centro di Seattle, ci sono segnalazioni di edifici per uffici in vetro e acciaio che si deformano. Questo è difficile da credere: non erano progettati per flettersi e rotolare con un terremoto? Beh si. Ma non questo tipo di terremoto. La maggior parte dei moderni edifici da 20 a 40 piani sono progettati per sopravvivere ai terremoti della crosta terrestre nelle vicinanze ma non a grandi eventi di zona di subduzione. I terremoti della crosta emettono onde ad alta frequenza, i terremoti nella zona di subduzione inviano onde a bassa frequenza su distanze maggiori. In alcune parti di Seattle, quelle onde reagiscono al suolo soffice di Seattle come onde sonore che colpiscono un megafono. Lungo il litorale, Harbour Island e la Duwamish Valley, il movimento al suolo sarà da due a cinque volte più violento e durerà il doppio rispetto a un sito comparabile su roccia. In quelle zone, alcuni edifici crolleranno.

Lo Space Needle non sta collassando. In effetti, potrebbe essere l'edificio più sicuro della città. Con le sue gambe a treppiede, il nucleo interno in acciaio e le massicce fondamenta sotterranee, il Needle è stato costruito per resistere a venti di 100 mph e a un terremoto di 9,0. Ma le onde sismiche a bassa frequenza hanno mandato l'Ago in una frusta da lato a lato come l'antenna di un'auto. Ora 78 visitatori intrappolati nella casa superiore barcollano verso muri e travi come marinai sbattuti dalla tempesta. Alcuni sono distesi sul pavimento. Le prime fasi del mal di mare rimbombano nelle loro viscere. Una donna ricorda la vista spettacolare di cui si è goduta solo tre minuti fa e pensa, ragazzo, è lunga 600 piedi.

MINUTO 5:00
Cinque minuti e 17 secondi dopo l'inizio, il terremoto si ferma. Il laboratorio di sismologia dell'Università di Washington lo definisce il più grande nella storia registrata della regione. A livello globale, è il terzo più grande mai registrato dai moderni strumenti sismici.

10. In termini di incendi, Seattle è effettivamente in condizioni migliori rispetto alla maggior parte delle altre città, avendo speso 197 milioni di dollari nel 2004 per indurire le sue unità antincendio. Le porte della caserma dei pompieri della SFD sono tutte aperte. Il dipartimento dispone di pompe e tubi flessibili lunghi un miglio per attingere l'acqua direttamente da Puget Sound, dal lago Washington o da uno qualsiasi dei nove bacini idrici.

Il peggio è passato per Seattle e Portland. Ma nelle località balneari, il conto alla rovescia è iniziato. Uno tsunami che inonderà la costa è ora a circa 35 miglia dalla costa. Raggiungerà la terraferma in poco più di 15 minuti. Ci sono 7.500 persone nella zona di inondazione di Ocean Shores. Mare: 15.000. Cannon Beach: 7.800.

Segui il consiglio sulla maglietta. Prendi la birra. Darsela a gambe.

MINUTO 6:00
La spiaggia di Seaside è una delle glorie della costa dell'Oregon. È piatto, largo, grigio vaniglia e stupendo. I bagnini continuano ad allontanare nuotatori e bagnanti, ma alcuni non sono convinti. Non sentono le sirene dello tsunami o, dopo aver superato i test delle sirene in passato, le ignorano. 11 “Non è uno scherzo”, dice uno a un visitatore. “Devi muoverti. Adesso." Spostarsi dove? la gente chiede. "Cammina su Broadway", dice il bagnino, "e non fermarti finché non sei in cima a una collina!"

La passeggiata a Broadway dura tre minuti. A questo punto i bagnanti si trovano di fronte a una decisione di vita o di morte. Una folla si è formata alle porte del resort di Wyndham, un complesso di hotel e appartamenti sulla spiaggia di otto piani. Le persone gridano e si fanno strada attraverso le porte, chiamando i membri della famiglia.

I dati concreti non sono mai stati più preziosi per queste persone. "È abbastanza alto?" una persona si chiede ad alta voce. "Rimarrà?" chiede un altro. Le finestre del Wyndham sono tutte in frantumi, ma per il resto sembra strutturalmente sano. È un lungo viaggio di mezzo miglio verso un'altura, con due ponti da attraversare. Le voci rimbalzano tra la folla: il ponte è caduto! No, è in piedi! Entrambe le informazioni sono vere. Ci sono sette ponti critici a Seaside. Alcuni sono sopravvissuti al terremoto, altri no. Il manager del Wyndham chiede calma. È abbastanza grande per ricordare il concerto degli Who, Cincinnati, 1980, la folla omicida di folle e porte. Fa un appello: chi può camminare dovrebbe camminare: lo staff di Wyndham sta già portando gli ospiti su un'altura.

"Quanto è lontano?" qualcuno chiede. "Mezzo miglio", dice il manager. "Oh, Signore, non ce l'avrei mai fatta", dice una donna anziana con una maglietta rosa. "Non posso camminare così lontano."

Per i bagnanti, due minuti preziosi sono sprecati a rimuginare sulla migliore strategia. Ha luogo un abbattimento generale. L'azienda e la flotta decidono di continuare a camminare. Gli anziani, i malati di salute, gli obesi, i calcolatori e i testardi entrano nel Wyndham. Nessuno ha detto loro che l'interruzione di corrente in tutta la città ha messo fuori uso gli ascensori. La folla arranca lentamente su otto rampe di scale. Uomini e donne forti, estranei, si uniscono in squadre per portare anziani e disabili sul tetto.

11. Nelle città costiere giapponesi, è esattamente quello che è successo a marzo. Un allarme tsunami pochi mesi prima aveva mandato la gente del posto a correre verso un'altura. L'acqua entrava come un agnello, alta meno di un metro.

Una parata di umanità sbalordita percorre Broadway. I bagnanti che se ne sono andati senza le scarpe ora trovano i marciapiedi disseminati di vetri rotti. Si avvolgono i piedi in magliette fino a raggiungere il negozio di souvenir Old Crab. Lì, un tizio inizia a scaricare braccia caricate di infradito sul marciapiede. "Se i tuoi piedi sanguinano, ho i sandali!" urla. "Per favore continua a muoverti!"

I detriti del terremoto hanno reso impossibile la guida. Tuttavia, alcune persone ci provano. Suonano il clacson e tentano di manovrare tra la folla. Alla fine abbandonano le loro auto e camminano.

MINUTO 8:00
La prima ondata è a circa 25 miglia dalla costa. Rallenta quando raggiunge profondità minori ma perde poco della sua potenza. L'acqua lungo la costa inizia a ritirarsi.

Nei principali porti di pesca è in atto un esodo in preda al panico. Durante il terremoto, i proprietari di barche hanno ricordato che gli tsunami passano pacificamente sotto le navi in ​​mare aperto. Ricordavano anche immagini di navi portacontainer appollaiate in cima a edifici di quattro piani a Sendai. Ora stanno andando a tutto gas per il mare aperto. A Westport, Washington, un porto di pesca charter direttamente a sud di Ocean Shores, dozzine di navi sfilano fuori da Grays Harbour. Cinquanta miglia a sud, ad Astoria, i pescherecci a strascico cercano di superare lo tsunami risalendo il fiume Columbia. Non sanno che una diga a monte è stata danneggiata dal terremoto ed è in imminente pericolo di rottura.

Nei quakenami della zona di subduzione come quello che ha colpito Sumatra nel 2004, i turisti sono spesso i più incerti su cosa fare. In Seaside, Broadway è diventata una parata di umanità ferita ma che aiuta, tutte dirette a est. Tranne che ... c'è una figura solitaria che si dirige verso ovest. Verso l'oceano. È una specie di spazzino. Niente maglietta, solo un vecchio costume da bagno e huaraches, che scuotono i timori del tizio bianco. Sotto il suo braccio c'è una tavola da surf.

Uno dei bagnini in ritirata lo vede. "Tipo!" chiama. "Non farlo!"

Il surfista saluta il bagnino e continua a camminare. Tre giorni dopo troveranno pezzi della sua tavola. Il suo corpo non verrà mai ritrovato. 12

12. Per quanto possa sembrare pazzo, non sarà l'unico sulla spiaggia. Con ogni avvertimento di tsunami, c'è sempre un piccolo contingente di matti misti che scendono alla deriva per guardare l'azione e formare un flash mob di candidati al Premio Darwin. In ogni caso, è fisicamente impossibile cavalcare uno tsunami. Spesso chiamate maremoti, non sono affatto "onde". Non c'è faccia, né pipa, né ricciolo. Uno tsunami è più simile a un'ondata di tempesta. Le onde comuni sono create dall'energia eolica. Gli tsunami sono creati dal massiccio spostamento dell'acqua e, nonostante le terrificanti xilografie giapponesi, non si rompono come le onde del vento. Arrivano a riva più come enormi alte maree, con un bordo d'attacco basso, alto pochi centimetri, sostenuto da un flusso d'acqua in costante aumento. Uno tsunami di 40 piedi di altezza non arriva a riva come un'onda di 40 piedi di altezza. Si costruisce costantemente a quell'altezza con ogni impulso successivo.

MINUTO 13:00
A Ocean Shores, che è costruito su una pozza di sabbia lunga sei miglia e larga tre miglia, le alture sono a miglia di distanza. La maggior parte dei locali è salita in macchina, dirigendosi lentamente verso nord su Point Brown Avenue. La liquefazione ha tagliato la strada, però. Solo camion e SUV a quattro ruote motrici possono superare le interruzioni di sabbia sciatte. Alcuni buoni samaritani incoraggiano gli altri a saltare sul retro delle loro cuccette. Altri passano inosservati.

A Cannon Beach, un'interruzione di corrente impedisce ai funzionari della città di trasmettere un avviso di tsunami. Un pianificatore urbano corre fino a Haystack Rock, il punto di riferimento iconico della città, con un fischio. Lo soffia selvaggiamente e urla a due dozzine di fuori città, che sembrano ipnotizzati dalla marea che si allontana e dal fondale nudo. Alcuni lo ascoltano e lo seguono fino al ponte dell'Ecola Creek. Ma è collassato, creando un punto di schiacciamento. Per anni la città aveva discusso della possibilità di ammodernare il ponte. I funzionari della città volevano costruire una nuova struttura da 3 milioni di dollari abbastanza forte da resistere a uno tsunami, ma nessuno sarebbe mai riuscito a trovare i fondi. 13

MINUTO 17:00
La folla a Seaside continua su Broadway, attraversando la Highway 101, superando la Camera di Commercio e la Broadway School. Infine, a Wahanna Road, a mezzo miglio dalla spiaggia, la strada inizia a salire. A un punto panoramico, qualcuno passa in giro un binocolo. La marea si è ritirata. E poi improvvisamente si precipita di nuovo dentro.

All'O.H. Hinsdale Wave Research Laboratory, uno dei principali centri mondiali di ricerca sugli tsunami, gli idrologi delle onde hanno eseguito simulazioni sofisticate di uno tsunami generato da CSZ che ha colpito Seaside, Cannon Beach e altre città costiere. I risultati non suggeriscono di restare. "Molto dipende dalla velocità delle onde", afferma Solomon Yim, direttore del laboratorio. "Abbiamo scoperto che in alcuni blocchi di case densamente affollate, la prima fila di case ha preso il sopravvento e la seconda linea era schermata." Le specifiche dei test non sono state rese pubbliche per paura di provocare uno sconvolgimento nel mercato immobiliare locale. "Se il tuo edificio fosse uno che non è sopravvissuto allo tsunami simulato", dice Yim, "sarebbe ... non così buono per il valore di rivendita, vedi".

MINUTO 18:00
Il bordo principale dello tsunami colpisce la spiaggia di Seaside. Dal tetto del Wyndham, centinaia di persone guardano e registrano l'acqua che si infrange sulla riva e scorre su Broadway. Arriva come una marea che si muove alla velocità di una marea improvvisa. All'inizio solo un rivolo, ma in pochi secondi è all'altezza del ginocchio e poi lambisce le finestre.

Quando si avvicinò alla riva, il battito dell'acqua era rallentato a circa 30 miglia all'ora. Sulla terraferma, si muove verso l'interno a una velocità di 11 mph. Per superare lo tsunami, dovresti correre almeno 5:30 miglia.

Il Wyndham e il suo vicino, lo Shilo Inn a cinque piani, agiscono come un lanciatore. L'acqua, nera e potente, zampilla attraverso l'apertura tra di loro: Broadway. I ritardatari cercano di correre, ma il flusso spazza via i loro piedi da sotto di loro. Alcuni si aggrappano ai lampioni. L'acqua spinge dentro di loro legno, metallo e vetro. L'impulso è abbastanza forte da piegare tubi di metallo da due pollici.

13. "Stanno discutendo sull'opportunità di costruire un ponte da 7 milioni di dollari", dice Corcoran. "Non hai bisogno di un ponte da 7 milioni di dollari abbastanza alto e abbastanza forte per resistere al terremoto e allo tsunami! Hai bisogno di un ponte da 1 milione di dollari abbastanza forte per sopravvivere al terremoto, in modo che le persone possano attraversarlo per sfuggire allo tsunami. Comunque sia costruito, non sopravviverà allo tsunami."

Gli edifici a uno e due piani gemono. L'acqua sta raggiungendo i loro tetti e torcendo le loro fondamenta. Alcuni iniziano a sollevarsi e galleggiare su Broadway.

"Foche!" qualcuno grida. Vero. Ci sono foche che nuotano su Broadway accanto ai fuoristrada. Il 75enne Seaside Aquarium, un edificio in legno a più piani, non è sopravvissuto al terremoto iniziale. Due delle sue foche sono state schiacciate dalla caduta di detriti. Altri due sono stati uccisi dallo tsunami impetuoso. I sopravvissuti ora nuotano per la città sommersa, confusi dall'oscurità dell'acqua, dal suo sapore e odore oleosi.

L'acqua continua a salire. Ha superato il terzo piano dello Shilo Inn.

MINUTO 19:00
A Cannon Beach, lo tsunami inghiotte metà di Haystack Rock e si precipita sui gradini del municipio. A Ocean Shores, chiunque non sia ancora uscito non lo farà. Alcuni rifugi si rifugiano in un altro Shilo Inn, 14 a quattro piani l'edificio più alto della città. Non è abbastanza alto, come il suo staff ha avvertito coloro che rimangono indietro. L'oceano ha ora completamente superato Ocean Shores.

In Seaside, la folla in cima al Wyndham guarda con orrore l'acqua sopra lo Shilo Inn dall'altra parte della strada. Le persone sui tetti saltano in acqua e tentano di nuotare fino al Wyndham. Ma l'acqua dello tsunami è densa di sedimenti, legno, metallo e vetro. È difficile entrare. I gas di scarico delle linee spezzate rendono difficile respirare. Molti che provano a nuotare annegano. Coloro che si aggrappano a oggetti galleggianti hanno maggiori possibilità di sopravvivenza.

MINUTO 21:00
Le persone a Seattle e Portland, quelle che hanno il potere e le cui reti cellulari sono ancora funzionanti, guardano i filmati in diretta dello tsunami sui loro smartphone, ripresi dai notiziari elicotteri. Si chiedono se colpirà le città.

Probabilmente non lo farà. Per raggiungere Portland, lo tsunami avrebbe dovuto risalire 75 miglia del fiume Columbia e piegarsi a destra sul fiume Willamette. Seattle è allo stesso modo protetta dalla topografia del Puget Sound. Lo tsunami si riverserà probabilmente lungo i lati dello Stretto di Juan de Fuca e consumerà la sua energia residua sulla sponda occidentale dell'isola rurale e scarsamente popolata di Whidbey.

14. Non sto prendendo in considerazione la società Shilo Inn, che ha 40 comode sedi in 10 stati occidentali. Capita solo di collocare alcuni dei loro hotel su una proprietà di prima qualità di fronte all'oceano. Questi resort sulla spiaggia sono abbastanza grandi da attirare gli sfollati dello tsunami in preda al panico, ma spesso non abbastanza alti da fornire rifugio dall'inondazione. Gli ospiti sarebbero stati evacuati.

Tuttavia, potrebbe esserci uno strano effetto mini-tsunami a Puget Sound. Gli idrologi lo chiamano seiche. È come quello che succede quando prendi a calci la ciotola dell'acqua di un cane. L'acqua scorre avanti e indietro in onde che diminuiscono lentamente. Una manciata di persone che vagano fino alla riva per assistere all'arrivo dello tsunami verranno risucchiati nel suono.

MINUTO 60:00
Gli impulsi secondari dello tsunami colpiscono la costa. Continueranno per otto-dieci ore.

I sopravvissuti a Ocean Shores, Seaside e Cannon Beach non riavranno indietro le loro città per giorni o settimane. Nel prossimo mese, colpiranno più di 2.000 scosse di assestamento. Ottantatre di questi saranno abbastanza grandi da essere percepiti. Cinque saranno superiori alla magnitudine 7.0.

L'elevazione della costa nord-occidentale è diminuita di 3-5 piedi. La normale alta marea ora allagherà case, hotel e strade due volte al giorno. A Ocean Shores, la situazione è particolarmente disastrosa. Prima del terremoto, il punto più alto della penisola di banco di sabbia era di 14 piedi di altezza. Adesso sono le nove. L'atrio dello Shilo Inn, ora un guscio distrutto, è più basso del livello del mare.

Tra gli esperti di soccorso in caso di catastrofi, le calamità dell'ultimo decennio hanno costretto a realizzare una verità lapalissiana: i primi soccorritori sono vittime, le vittime sono i primi soccorritori. In altre parole, i vigili del fuoco, la polizia, i militari e gli operatori sanitari sono tra le persone uccise e ferite nel disastro. E le vittime civili (i normodotati, almeno) diventano di fatto i primi soccorritori.

Il presidente Obama fa tentativi infruttuosi di raggiungere il governatore dell'Oregon John Kitzhaber e il governatore di Washington Christine Gregoire.Una massiccia ondata di traffico ha bloccato le reti Verizon, AT&T e T-Mobile nel nord-ovest. Ma, dopo aver assistito alla triste performance della FEMA dopo l'uragano Katrina e durante la fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico, nessuno conta sulla cavalleria federale per venire in soccorso. La Croce Rossa e altri gruppi si presentano entro poche ore. Ma nel 2012, la maggior parte del ripristino di emergenza è fai-da-te.

Ciò è particolarmente vero lungo la costa, dove ogni città è stata isolata. La Highway 101 è stata tagliata in cento pezzi. Quasi tutti i ponti sono caduti. I funzionari statali, provinciali e municipali hanno rapidamente istituito aree di sosta, ma c'è pochissimo coordinamento dall'alto verso il basso. Cibo, alloggio, cure mediche e carburante sono le priorità immediate. Gli ospedali sono sopraffatti. Entrano in gioco i social network locali. A Seaside e Cannon Beach, i funzionari della città lavorano con pescatori e cacciatori, che hanno barche e fuoristrada. Gli elicotteri della Guardia Nazionale dell'Air trasportano i feriti dalle città costiere agli ospedali di Richland, Washington, Bend, Oregon e Salt Lake City.

Il Newport, Oregon, Walmart diventa uno dei punti di sosta critici della costa sia per il cibo che per il materiale. Come hanno fatto durante l'uragano Katrina, i dirigenti di Walmart a Bentonville, in Arkansas, informano i loro store manager: fate tutto il necessario per aiutare le vostre comunità. L'autonomia è tua. La rete di distribuzione dell'azienda inizia a trasferire cibo, medicinali e forniture per l'edilizia a Oakland e Long Beach, in California, dove verranno caricati su navi container noleggiate e inviati a Newport. Da lì, una flotta di zanzare di imbarcazioni private sposta le merci per le ultime miglia verso le comunità colpite. Altri negozi, Safeway, Home Depot e Costco, seguono l'esempio di Walmart. La Marina degli Stati Uniti ha un bacino galleggiante di rifornimento a Newport per mantenere la flottiglia in movimento.

EPILOGO
Sei mesi dopo il terremoto e lo tsunami, il bilancio ufficiale delle vittime è di 7.241. Più di 3.200 sono stati uccisi a Seattle, Portland e Vancouver. Molti sono morti quando le case più vecchie sono crollate. Altri sono stati uccisi dalla caduta di oggetti o sono morti negli incendi. Alcuni hanno subito attacchi di cuore e 679 sono stati uccisi dallo tsunami.

È molto meno delle decine di migliaia di morti nello tsunami giapponese del 2011. La differenza non è attribuibile a una migliore pianificazione, edifici più forti o evacuazioni più rapide. È semplicemente una funzione della popolazione. Milioni di persone vivono sulla costa del Giappone, mentre le coste di Washington e dell'Oregon sono a malapena abitate. Non ci sono centrali nucleari lungo la costa di nessuno dei due stati.

Funzionari statali e federali lottano con la questione della ricostruzione di Ocean Shores. Alla fine, la città è abbandonata al mare. La National Oceanic and Atmospheric Administration collabora con l'Environmental Protection Agency per rimuovere centinaia di serbatoi di olio combustibile e altro materiale pericoloso per prevenire la lisciviazione nell'oceano.

Per il suo anniversario di un anno, l'evento è diventato noto come il grande terremoto di Cascadia. È stato il più potente terremoto conosciuto per aver colpito gli Stati Uniti continentali e uno dei tre più potenti dall'inizio della registrazione moderna. Ha innescato ondate di tsunami fino a 51 piedi a Ocean Shores, Seaside, Cannon Beach, Newport e altre città costiere e ha viaggiato fino a sei miglia nell'entroterra. Oltre alle morti, la FEMA ha confermato 27.567 feriti e 135 dispersi in 37 contee, oltre a oltre 42.500 edifici danneggiati o distrutti. Una diga sul fiume Columbia è andata sul punto di crollare. Circa 3,5 milioni di famiglie nel Pacifico nord-occidentale sono rimaste senza elettricità e un milione senza acqua. Le stime collocano le perdite assicurate dal solo terremoto a $ 5,5 miliardi a $ 14,6 miliardi. Il costo complessivo potrebbe superare i 30 miliardi di dollari, rendendolo uno dei disastri naturali più costosi nella storia americana.

Il terremoto ha spostato il Nord America di 57 piedi a ovest e ha spostato la terra sul suo asse con stime comprese tra 8 e 20 pollici.

Il grande terremoto di Cascadia ha anche lasciato molte persone senza lavoro, tra cui Patrick Corcoran. Tuttavia, non durò a lungo. Entro sei mesi, sta conducendo lo sforzo di recupero in tutto lo stato della FEMA. Le persone sulla costa lo riconoscono di tanto in tanto dal suo lavoro di preparazione allo tsunami prima del disastro. E lo ringraziano.

"In tutti questi anni", diceva alla gente, "mi sono sentito come il ragazzo che gridava al lupo. Ma quello che le persone non ricordano è come è andata a finire la storia. Alla fine, c'era davvero un lupo ".


Dove è più probabile che colpisca il "Big One" del Pacifico nord-occidentale

Le differenze osservate lungo la faglia della Cascadia spiegano perché alcune aree vedono più brontolii

"data-newsletterpromo_article-image =" https://static.scientificamerican.com/sciam/cache/file/CF54EB21-65FD-4978-9EEF80245C772996_source.jpg "data-newsletterpromo_article-button-text =" Registrati "data-newsletterpromo_article- button-link = "https://www.scientificamerican.com/page/newsletter-sign-up/?origincode=2018_sciam_ArticlePromo_NewsletterSignUp" name = "articleBody" itemprop = "articleBody">

Il seguente saggio è stato ristampato con il permesso di The Conversation, una pubblicazione online che copre le ultime ricerche.

Il Pacifico nord-occidentale è noto per molte cose: la sua birra, la sua musica, le sue mitiche creature dai piedi larghi. La maggior parte delle persone non lo associa ai terremoti, ma dovrebbero. Ospita la faglia megathrust della Cascadia che si estende per 600 miglia dalla California settentrionale fino all'isola di Vancouver in Canada, attraversando diverse importanti aree metropolitane tra cui Seattle e Portland, in Oregon.

Questa faglia geologica è stata relativamente tranquilla nella memoria recente. Non ci sono stati molti terremoti ampiamente avvertiti lungo la crosta mega della Cascadia, certamente niente che possa rivaleggiare con un evento catastrofico come il terremoto di Loma Prieta del 1989 lungo l'attiva San Andreas in California. Ciò non significa che rimarrà tranquillo, però. Gli scienziati sanno che ha il potenziale per grandi terremoti, grandi come magnitudo 9.

I geofisici sanno da oltre un decennio che non tutte le porzioni della faglia mega-frusta della Cascadia si comportano allo stesso modo. Le sezioni settentrionale e meridionale sono molto più sismicamente attive rispetto alla sezione centrale, con frequenti piccoli terremoti e deformazioni del suolo che i residenti non notano spesso. Ma perché esistono queste variazioni e cosa le dà origine?

La nostra ricerca cerca di rispondere a queste domande costruendo immagini di ciò che sta accadendo nelle profondità della Terra, a più di 100 chilometri sotto la faglia. Abbiamo identificato le regioni che stanno sorgendo al di sotto di queste sezioni attive che riteniamo stiano portando alle differenze osservabili lungo la faglia della Cascadia.


Una pericolosa tempesta invernale si dirige oggi verso l'Alaska mentre si formano gemelli extratropicali, una terza ondata più a est spinge una tempesta invernale negli Stati Uniti centrali

Pubblicato il Pubblicato: 14/01/2021 A cura di: Autore Marko Korosec

Nessun riposo per l'Alaska. Una nuova grande tempesta extratropicale si sta avvicinando oggi al Golfo, sviluppando una pericolosa tempesta invernale con forti venti e forti nevicate nelle parti meridionali dello stato. È seguito da una nuova tempesta esplosiva più a ovest, in arrivo nel fine settimana. Mentre più a est del continente, una potente tempesta invernale si sta diffondendo a sud attraverso gli Stati Uniti con forti venti dannosi e focolai di freddo.

La regione del Pacifico settentrionale ha prodotto tempeste durante questa stagione invernale e ha un numero di cicloni molto superiore alla media. Ha anche portato record piogge lungo il Pacifico nord-occidentale del Canada e degli Stati Uniti.

Quasi ogni tempesta esplode letteralmente e raggiunge una forza violenta mentre si muove verso le Isole Aleutine, la terraferma dell'Alaska o il Pacifico nord-occidentale. Ricorda solo l'ultimo giorno dell'anno 2020, quando il Pacifico settentrionale e l'Alaska sono stati colpiti dalla tempesta più intensa mai registrata.

Ci sono ora due grandi tempeste in movimento verso l'Alaska, con la prima prevista per sviluppare a grande tempesta invernale con condizioni molto ventose, così come molta neve e bufera di neve per le porzioni meridionali dello stato. La nuova tempesta alle sue spalle è ancora più intensa, producendo onde di oltre 50 piedi e venti da uragano, con raffiche superiori a 110 mph.

Secondo il National Weather Service di Anchorage, a L'AVVISO TEMPESTA INVERNALE rimane in vigore per l'Alaska meridionale poiché sono previsti forti venti lungo il fronte caldo in arrivo dal Golfo dell'Alaska. Ne deriverà una forte scia di neve attraverso la Portage Valley e il Turnagain Pass, nonché sul Thompson Pass.

Un AVVISO BLIZZARD è in vigore tramite Thompson Pass fino a venerdì mattina come previsto dalle condizioni di bufera di neve. Accumuli di neve totali da 5 a 15 pollici e venti con raffiche fino a 55 mph. Oltre ai 5-15 pollici di neve probabilmente fino a venerdì mattina. I viaggi saranno difficili a causa delle condizioni di whiteout con visibilità inferiore a 1/4 di miglio.

La vista del sistema principale, la tempesta extratropicale in rapido sviluppo di mercoledì è stata probabilmente la più impressionante. Guarda quanto è diventato grande rispetto al Pacifico settentrionale, agli Stati Uniti e al Canada più a est. Una tempesta notevole.
Inoltre, dai un'occhiata a un altro sistema nel continente più a est, che è una tempesta invernale organizzata dal Canada meridionale che si trasferisce negli Stati Uniti questo giovedì. Puoi leggere di più su questo evento di seguito:

I venti violenti di entrambi i sistemi, con forza di uragano, hanno generato grandi onde che vengono gradualmente spinte verso il sud-est dell'Alaska e il Pacifico nord-occidentale, soprattutto dalla seconda tempesta questa volta. L'impatto della prima tempesta è il più grande oggi fino a stasera mentre la bassa si avvicina al sud dell'Alaska. Un altro evento di vento pericoloso per la regione è probabile, comprese le tempeste invernali e le condizioni di bufera di neve e abbastanza molta neve.

La straordinaria animazione satellitare di cui sopra rivela il rapido sviluppo di entrambe le tempeste del Pacifico settentrionale, osservate con le scansioni del satellite Water Vapor e Airmass nelle ultime 48 ore. Possiamo vedere che entrambe le tempeste sono molto ben organizzate e crescono di dimensioni abbastanza velocemente. Questo è ancora un altro esempio di come il modello progressivo si trovi sul Pacifico e di come siano in atto buone condizioni.

GEMELLI NEL PACIFICO NORD

Ancora una volta, molto intensificazione esplosiva della tempesta extratropicale orientale si è verificata mercoledì, mentre la seconda bassa stava già entrando nel proprio rapido rafforzamento più a ovest, a sud delle Isole Aleutine. Entrambi hanno creato una presentazione satellitare piuttosto spettacolare con una struttura ciclonica da manuale e un caldo nastro trasportatore avvolto nel nucleo. Una diffusa massa d'aria marittima artica è diffusa tra i due sistemi, in arrivo dal Mare di Bering.

Si noti che c'è anche un altro sistema in via di sviluppo più a est, che oggi è una tempesta invernale sul Canada meridionale e sugli Stati Uniti settentrionali. Insieme stanno formando tre onde / sistemi nella linea, il modello meteorologico ora è fortemente progressivo.

Il ciclone orientale si è approfondito da circa 995 mbar all'inizio dell'ora locale del Pacifico di martedì a quasi 960 mbar entro mercoledì sera, quindi una caduta di pressione di circa 30-35 mbar in circa 36 ore.

Mentre la nuova tempesta sulle Isole Aleutine ha avuto una pressione centrale di circa 970 mbar allo stesso tempo, è scesa a circa 1005 mbar quando ha iniziato la sua rapida intensificazione vicino al Giappone all'inizio di martedì. Le tempeste sono diventate molto grandi e ora entrambi hanno la pressione centrale intorno a 965 mbar questo giovedì mattina locale.

Sopra è uno sguardo più ravvicinato alla tempesta extratropicale orientale che indica un'intrusione secca verso il nucleo della grande bassa. Ci sono anche diversi mesovortici osservati con la grande circolazione nel nucleo. Questa è una presentazione molto buona dell'avvolgimento del nastro trasportatore a secco nel nucleo, con l'aspetto da manuale dell'occlusione bassa e l'intrusione a secco visibile. I venti sono con velocità da uragano, con raffiche anche superiori a 100 mph.

Nella vista ad alta risoluzione di cui sopra dei mesovortici del nucleo, possiamo vedere che almeno tre si sono formati completamente con altri due in via di sviluppo. Un ampio canale di massa d'aria marittima fredda artica è diffuso dietro il sistema a ovest. Un'enorme nuvola virgola associata al fronte caldo si diffonde a nord verso l'Alaska. L'immagine è fornita da NOAA / CIRA.

I mesovortici sono ancora meglio visibili sulla vista satellitare CIRA / RAMMB NOAA nel canale Water Vapor. La tempesta è diventata molto grande, e così anche il suo nucleo. Tutti e tre i vortici possono essere facilmente trovati, circolando attorno al nucleo morto del basso. Anche un largo nastro trasportatore a secco che avvolge il sistema è abbastanza grande, si estende e incontra l'avvezione fredda sul bordo occidentale, che scende dal mare di Bering e dalle Aleutine.

PACIFIC CONTINUA A GENERARE TEMPESTE ESPLOSIVE

La pressione centrale di entrambe le tempeste ha raggiunto quasi i 965 mbar giovedì mattina. La tempesta extratropicale orientale ha effettivamente raggiunto il picco di 961 mbar la scorsa notte, mentre la nuova tempesta a ovest è probabilmente vicina al suo picco oggi. Ancora una volta, come accadde meno di una settimana fa, la tempesta orientale continua a nord-est attraverso il Pacifico settentrionale, dirigendosi verso il Golfo dell'Alaska con l'ennesima tempesta invernale per lo stato stasera. La seconda tempesta lo segue.

Grazie alla forte cresta di livello superiore e al sistema di alta pressione superficiale sul Pacifico nord-occidentale (sì, per fortuna c'è almeno un po 'di sollievo in questa stagione umida da record lì) degli Stati Uniti e del Canada, la tempesta frontale diventerà brusca a nord verso l'Alaska meridionale oggi e stanotte. Di seguito sono riportati i dati di analisi della superficie stimati per la pressione media a livello del mare dal NOAA Ocean Prediction Center (OPC) per la tempesta orientale:

  • 964 mbar alle 12 UTC, 14 gennaio
  • 963 mbar alle 00 UTC, 14 gennaio
  • 960 mbar alle 12 UTC, 13 gennaio
  • 977 mbar alle 00 UTC, 13 gennaio
  • 994 mbar alle 12 UTC, 12 gennaio
  • 1000 mbar alle 00 UTC, 12 gennaio

Quindi, come possiamo vedere dai dati sopra, la pressione centrale in questo tempesta extratropicale ha avuto un impressionante calo di pressione di 34 mbar nelle 24 ore comprese tra martedì 12 UTC e mercoledì 12 UTC. Con un rafforzamento esplosivo tra le 12 e le 00 UTC di martedì quando la caduta di pressione di 17 mbar si è verificata in un periodo di sole 12 ore. Tieni presente che questo si adatta ben al di sopra della soglia per la bombogenesi: a bomba ciclone con la definizione di variazione di pressione di 24 mbar in 24 ore.

Anche il nuovo sistema che si stava formando rapidamente più a ovest non era da meno con la sua intensificazione. In realtà stava subendo una caduta di pressione abbastanza simile alla tempesta frontale, come possono essere analizzati dai dati OPC della NOAA di seguito. Come è piuttosto tipico quest'anno, ha avuto una caduta di pressione di 37 mbar nello stesso periodo del primo sistema, tra martedì 12 UTC e mercoledì 12 UTC. Poi ha rallentato il suo rapido rafforzamento.

  • 965 mbar alle 12 UTC, 14 gennaio
  • 965 mbar alle 00 UTC, 14 gennaio
  • 970 mbar alle 12 UTC, 13 gennaio
  • 991 mbar alle 00 UTC, 13 gennaio
  • 1007 mbar alle 12 UTC, 12 gennaio
  • 1014 mbar alle 00 UTC, 12 gennaio

Anche questa tempesta ha avuto un periodo di intensificazione molto esplosivo, come il primo. La caduta di pressione di 12 ore tra le 00 e le 12 UTC di mercoledì è stata di 21 mbar!

Possiamo effettivamente vedere che entrambi i sistemi hanno una pressione centrale simile questo giovedì, vicino a 964-965 mbar. In realtà, la tempesta extratropicale occidentale è arrivata sulla scia della prima in cui una massa d'aria più fredda nella scia della tempesta orientale viene ingerita nella seconda. In altre parole, questo significa che quest'ultimo sta lottando per mantenere la sua forza violenta poiché la mancanza di un ambiente più caldo è in atto per aumentare la sua forza.

DOPPIO PROBLEMA (TWIN STORMS) ANCORA


Il sistema orientale continua a muoversi verso nord-est questo giovedì, dirigendosi verso il suo impatto potenzialmente grave di a tempesta invernale nell'Alaska meridionale. La seconda tempesta è già alle sue spalle. Entrambe le tempeste sono intense, dove il minimo orientale mantiene una pressione centrale più bassa fino a questa sera. Ma entrambi hanno raggiunto il picco. Mentre la tempesta occidentale procede verso est, la tempesta frontale gira a nord, grazie alla cresta a est sopra gli Stati Uniti nordoccidentali.

Poiché entrambe le tempeste hanno avuto un rapido rafforzamento, i venti violenti stanno generando grandi onde. Quelli sono più bassi con la tempesta orientale, circa 40 piedi, mentre la tempesta occidentale molto probabilmente avrà un'altezza molto più significativa, probabilmente più di 50-52 piedi onde alte. Grazie a uno sviluppo più esplosivo.

Tuttavia, l'est è il più grande, quindi anche i venti / onde sono distribuiti su un'area più ampia. Fortunatamente il vento massimo e le onde di entrambe le tempeste restano lontane dalla costa, altrimenti sarebbero distruttive per la costa.

GRANDE TEMPESTA INVERNALE PER L'ALASKA STASERA


Con la prima tempesta vicino al picco e in avvicinamento all'Alaska, un forte gradiente di pressione si diffonde verso l'Alaska sud-orientale, ma anche verso l'Alaska meridionale più a nord. Ciò significa che i venti stanno aumentando e diventando forti in luoghi e tempesta invernale le condizioni si sviluppano, soprattutto sulle vette più alte e sui passi montani dove anche la canalizzazione del flusso porta normalmente velocità più violente. Entrambi i sistemi raggiungeranno il picco oggi, ma rimarranno grandi questa sera fino all'inizio di venerdì.

Poiché anche le precipitazioni sono in aumento, una combinazione di una forte tempesta invernale e venti avrà un impatto sulle condizioni di guida dovute a bufera di neve e neve che soffia . La quantità di neve fino alla fine del fine settimana è niente di meno che eccezionale, nonostante le montagne siano abituate a quantità estreme in un anno normale.

Ma quest'anno è stato ancora più estremo, simile alla quantità record di precipitazioni nel Pacifico nord-occidentale, sia in Canada che negli Stati Uniti.

Mentre l'Oceano Pacifico più a sud di entrambe le tempeste rimane sotto la minaccia del vento forte e delle onde. Le onde rimangono significative fino a giovedì notte con 35-40 piedi con la tempesta orientale e ancora più di 52 piedi con la tempesta occidentale. Quelli si stanno gradualmente diffondendo verso il sud-est dell'Alaska, insieme al crescente gradiente di pressione.

Secondo il National Weather Service di Juneau, Alaska, a L'AVVISO TEMPESTA INVERNALE rimane in vigore fino a venerdì mattina poiché sono previsti sia forti nevicate che venti, con accumuli di neve totali fino a 12 pollici attraverso la Haines Highway vicino alla Haines Border Customs.

Rimane in vigore un AVVISO DI VENTO ALTO per la costa sud-orientale del Golfo, comprese le città di Hydaburg, Craig e Sitka poiché sono previsti venti da 30 a 40 mph con raffiche fino a 60 mph.

Alcune aree potrebbero vedere anche più di 70 mph raffiche. I venti dannosi potrebbero abbattere alberi e linee elettriche. Sono possibili interruzioni di corrente diffuse. Il viaggio sarà difficile, soprattutto per i veicoli di alto profilo. La seconda tempesta più a ovest come venti ancora più forti, ma per fortuna quelli sono i più forti oggi e si indeboliranno mentre la tempesta continua a est fino a venerdì.

VENERDÌ: LA TEMPESTA ORIENTALE SI INDEBBE, L'OCCIDENTE RIMANE FORTE

Come possiamo vedere, entrambe le tempeste maturano e raggiungono il picco questo giovedì, ma la loro traiettoria sta virando da nord a nordest ora. La prima tempesta (orientale) mantiene un forte gradiente di pressione in tutto il sud-est dell'Alaska venerdì.Le isobare (linee con la stessa pressione superficiale) sono ancora molto vicine tra loro, quindi i venti rimarranno forti ma rallenteranno gradualmente man mano che la tempesta continua ad indebolirsi verso sera. La seconda tempesta più a sud-ovest rimane intensa, con un forte gradiente di pressione.

L'intensità della tempesta occidentale può essere facilmente giudicata dalla forza del campo di vento e anche dall'altezza significativa delle onde. Quelle dovrebbero rimanere molto alte fino a venerdì, mantenendo le onde più alte sopra i 50-52 piedi probabilmente fino alle ore serali. Ma quelli rimangono lontani da qualsiasi area terrestre. Sebbene la tempesta orientale sarà in un processo di indebolimento, le sue grandi dimensioni manterranno le onde alte circa 30-35 piedi quando finalmente raggiungeranno il sud-est dell'Alaska.

Verso venerdì pomeriggio / notte, la tempesta orientale si indebolisce abbastanza rapidamente e si sposta a nord verso l'interno dell'Alaska continentale. Il gradiente di pressione svanisce, così come i venti. Sebbene le nevicate rimarranno sia sull'Alaska meridionale che su quella sud-orientale, i venti più deboli consentiranno agli allarmi di vento forte di terminare durante il giorno. La seconda tempesta dovrebbe avvicinarsi, ma anche indebolire la sua intensità nonostante rimanga grande.

Le sue dimensioni e ancora un forte gradiente di pressione intorno ad esso aiuteranno le onde a rimanere significative, ancora a più di 50 piedi a sud del nucleo. Questo è abbastanza impressionante se ricordiamo che quelli erano già così alti da mercoledì pomeriggio, quindi anche due giorni di onde così mostruose. Quelli scenderanno gradualmente mentre la tempesta si sposta verso l'Alaska e si indebolirà fino a sabato.

*** Le immagini utilizzate in questo articolo sono state fornite da Windy e NOAA.


Guarda il video: Su QuestIsola In India Cè Qualcosa Che Non Possiamo Vedere


Articolo Precedente

Quest'uomo ha portato il wi-fi a 60.000 persone nella remota Annapurna. Il risultato è sorprendente.

Articolo Successivo

Infografica: questi sono i posti migliori al mondo per i vegetariani